Fluffosa alla melagrana e arancia

Con questo post inauguriamo il nostro ingresso nella grande famiglia di iFood, e ci è sembrato assolutamente doveroso iniziare con una Fluffosa degna della sua madrina, Monica Zacchia, autrice del blog Dolci gusti.

fluffosa-alla-melagrana-03_cop

Questo dolce, che sta conquistando le tavole italiane, nonché le librerie e i programmi televisivi, nasce in America con il nome di chiffon cake. Si tratta di una torta leggerissima, quasi impalpabile, e per questo ribattezzata Fluffosa da Monica.

fluffosa-alla-melagrana-05_cop

In breve tempo è poi diventata il simbolo degli appartenenti al gruppo delle bloggalline, di cui facciamo orgogliosamente parte.

Non è superfluo ricordarvi che per preparare questo dolce serve uno stampo particolare, quello appunto da chiffon cake, uno stampo da ciambellone con i piedini, che permette di capovolgere il dolce senza farlo collassare (e che non va assolutamente imburrato).

Se non avete questo stampo, potete utilizzarne uno classico, imburrato e infarinato in questo caso, che va capovolto e sospeso su dei supporti (bicchieri o simili).

fluffosa-alla-melagrana-04_cop

Print Recipe
Fluffosa alla melograna e arancia
Piatto Dessert
Cucina Italian
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
10 persone
Ingredienti
  • 230 g zucchero
  • 200 g farina 00
  • 5 uova grandi
  • 140 g succo di melagrana
  • 85 g olio di girasole
  • 12 g lievito chimico
  • 1 bustina vanillina
  • 1 cucchiaino cremor tartaro
  • 1 cucchiaino sale
per la decorazione
  • 150 g zuccheroa velo
  • 30 g succo d'arancia
  • 1 melagrana
  • 3 arance
  • alcune foglioline menta
Piatto Dessert
Cucina Italian
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
10 persone
Ingredienti
  • 230 g zucchero
  • 200 g farina 00
  • 5 uova grandi
  • 140 g succo di melagrana
  • 85 g olio di girasole
  • 12 g lievito chimico
  • 1 bustina vanillina
  • 1 cucchiaino cremor tartaro
  • 1 cucchiaino sale
per la decorazione
  • 150 g zuccheroa velo
  • 30 g succo d'arancia
  • 1 melagrana
  • 3 arance
  • alcune foglioline menta
Istruzioni
  1. Separate i tuorli dagli albumi.
  2. In una ciotola molto molto capiente inserite la farina setacciata, lo zucchero, il sale, la vanillina e il lievito. Fate un buco al centro e versate l'olio, i tuorli e l’acqua, in questo ordine e senza mescolare.
  3. Montate a neve ferma gli albumi con il cucchiaino di cremor tartaro.
  4. Mentre gli albumi si montano, mescolate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi, e per ultimo inserite gli albumi montati.
  5. Versate il composto nello stampo da chiffon cake senza ungerlo né infarinarlo. Cuocete a 165° per 55 minuti e poi a 175° per 10 minuti.
  6. Fate freddare il dolce nello stampo capovolto, lasciate raffreddare a lungo (meglio tutta una notte) e poi sformate passando un coltellino delicatamente sui lati della torta.
  7. Fate scaldare in un pentolino e a fiamma bassa lo zucchero a velo setacciato e il succo di arancia. Mescolate bene con una frusta affinché non si formino dei grumi.
  8. Non appena il composto è un po’ fluido, versatelo sulla fluffosa disposta sopra una gratella da pasticceria.
  9. All’ultimo momento decorate con spicchi d’arancia pelati a vivo, chicchi di melagrana e foglioline di menta fresca.
Recipe Notes

Se dovete preparare la fluffosa con un certo anticipo, è preferibile usare fettine di arancia disidratate, altrimenti la frutta fresca bagna la glassa, che si disfa completamente.

fluffosa-alla-melagrana-01_cop

 

2 Comments

  • edvige ha detto:

    Benvenute con la nuova veste e luogo. Buonissima ingredienti abbinati buonissimi. Io devo ancora acquistare la tortiera la vendono qui come tescoma ma solo da 28 cm troppo grande. Quella da 18 solo online ma mi sembra che il prezzo sia un po eccessivo e così tergiverso. Non è che dalle parti tue la trovi da 18…
    ? un abbraccio buona giornata.

    • staffettaincucina ha detto:

      Cara Edvige, in realtà anche noi abbiamo lo stampo da 26 cm e la torta è così sofficiosa e leggera che finisce in un battibaleno… Con quello da 18 cm penso non arriverebbe neanche in tavola!!! Un abbraccione anche a te e grazie di essere stata la prima commentattrice del nuovo blog. Una certezza come sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *