Sciroppo di sambuco e Sambuspritz

Staffetta in cucina

Che
noia… un altro sciroppo di sambuco! Avete ragione, ma non potevamo non postare
l’ennesima ricetta con i fiori raccolti con tanto amore…
Inoltre
questo sciroppo, a differenza di molti trovati in rete, non è fatto con l’acido
citrico ma con il succo di limone e l’aceto
di mele
. Questa alternativa ce l’ha suggerita la farmacista dato che l’acido
citrico era finito e che bisognava aspettare diversi giorni per il suo arrivo.
Con
questa ricetta si ottiene uno sciroppo
molto concentrato
, il che ha due vantaggi: in primo luogo una migliore conservazione data l’elevata
presenza di zucchero e di acido ascorbico (del limone); poi perché è
sufficiente metterne un dito nel bicchiere e allungarlo a piacere, anche
semplicemente con acqua fredda e possibilmente frizzante, oppure con del
succo di mela.
Noi,
da brave furlane, l’abbiamo abbinato ad un vino
bianco tipico del Collio
, ossia il Friulano (ex Tocai) per un aperitivo insolito;
ci sta molto bene anche un vinello frizzante ma secco, data la dolcezza dello
sciroppo.
Gli
assidui frequentatori del blog già sanno che diamo un nome a tutto… questo l’abbiamo
chiamato Sambuspritz
Staffetta in cucina

Tempo
di preparazione: più giorni
Difficoltà:
facile
Ingredienti
  • 10 fiori di sambuco
  • 6 limoni non trattati
  • 1 litro di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • ½ bicchiere di aceto di mele
Lavate
accuratamente e asciugate i fiori di sambuco freschi. Lavate i limoni e
asportate le zeste senza la parte bianca che è amara, quindi spremeteli. Sgranate
i fiori di sambuco e metteteli in infusione in una bacinella larga insieme al
succo di limone e alle zeste. Mettete un piatto nella bacinella per tenere ben
pressata la miscela.
Ponete
la bacinella in un luogo fresco e asciutto per almeno 3 giorni, mescolando 2
volte al giorno. State molto attenti che non si formi la muffa, altrimenti
dovete ridurre il tempo di infusione.
Passati
i 3 giorni filtrate la miscela, e ponete il succo dentro ad una pentola insieme
all’acqua, all’aceto e allo zucchero. Portate a bollore e fate bollire per 10
minuti. Lasciate intiepidire e poi imbottigliate. Con queste dosi otterrete quasi 2 litri di sciroppo.
Assolutamente
da conservare in frigo o in una cantina molto fresca per un periodo non troppo
lungo.
Staffetta in cucina

9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *