Quiche di porri e pancetta stufata

Prima
di tutto volevamo comunicarvi che abbiamo avuto un problema con le foto, quasi
tutte scomparse, e che piano, piano stiamo cercando di reinserirle. In realtà tutto
è successo quando abbiamo attivato google+ e inavvertitamente abbiamo
cancellato l’album di fotografie non pensando che erano quelle del blog… Speriamo
almeno che questa nostra disavventura sia di aiuto ad altri!
Il
problema aggiuntivo è che proprio in questi giorni sia la nonna che la zia
(entrambe ultraottantenni) hanno avuto dei problemi di salute e quindi il tempo
da dedicare al blog è pochissimo…
Però
vi vogliamo far venire l’acquolina con questa torta salata.
Vedete, nel bel mezzo di queste settimane tra nonnette ammalate, prenotazioni folli da fare per Pasqua, e andirivieni vari, gli amici di Alessia hanno deciso che si erano stufati di vedere solo le foto dei nostri piatti, e hanno deciso di organizzare una cena made by Staffetta in cucina!
Non vi dico le paranoie di Alessia per tentare di mettere insieme un menù che andasse bene a quelli che non mangiavano verdure e al partito “No viscere, no muscoli”! Alla fine questa torta salata ha accontentato quasi tutti.
Provatela, è un successo
garantito!
Tempo
di preparazione: 1 ora circa
Difficoltà:
media
Ingredienti
  • pasta
    brisè (o pasta sfoglia)
  • 6
    etti di porri
  • 4
    uova
  • 1
    etto di pancetta stufata
  • 200
    g di panna da cucina
  • 2
    cucchiai di parmigiano
  • 150
    g di Leerdammer
  • olio
    EVO
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
    e pepe
Fate
la pasta brisè come descritto qui.
Lavate
e affettate i porri, porli in una padella con dell’olio, uno spicchio d’aglio,
sale e pepe. Cuoceteli a fuoco basso e con il coperchio per 15-20 minuti.
A
parte sbattete i tuorli con la panna, il parmigiano, sale e pepe; aggiungete il
Leerdammer e la pancetta tagliati a pezzettini, infine i porri cucinati. Alla
fine montate a neve gli albumi e mescolate il tutto.
Spennellate d’olio una tortiera (la mia è di 30 cm), foderatela con la pasta brisé (o sfoglia),
punzecchiatela e quindi versate il composto.
Cuocete
per 40 minuti ca. a 200° in forno statico. Facendo delle mini quiche, come quelle della foto, cuocete ovviamente qualche minuto di meno (30-35 min).

21 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *