Gnocchi di patate

staffetta in cucina
C’è un detto che recita: giovedì gnocchi. Ho cercato di sapere qual è il motivo che lega gli gnocchi a questo giorno, ma l’unica risposta che ho trovato è stata che una volta nelle vecchie trattorie romane veniva esposto il menù con il piatto del giorno e di giovedì c’erano proprio gli gnocchi. Poi il venerdì c’era il baccalà, il sabato la trippa e così via.
Quando ero molto piccola anche a casa di mia nonna c’erano dei piatti legati a dei giorni della settimana. Per esempio il lunedì c’era l’usanza di fare il brodo perché le donne lavavano il bucato (non c’era la lavatrice) e non c’era tempo per cucinare.
Venendo agli gnocchi di patate, quanti ricordi… mi piaceva osservare la nonna Terry mentre li faceva e poi mi dava una forchetta e me li faceva rigare sui rebbi.
Adesso c’è l’attrezzo apposito, comodissimo… ma non è la stessa cosa!
 
Tempo di preparazione: 1 ora e mezzo circa
Difficoltà: facile
Ingredienti
(dose per 6-7 persone)
  •  2 kg di patate (la mia qualità preferita è “Kennebec”)
  • 450 g di farina
  • 2 uova intere
  • sale
Mettete le patate in una pentola con acqua fredda non salata e lessatele, poi pelatele e passatele allo schiacciapatate ancora calde. Allargate l’impasto sulla spianatoia e aspettate che si raffreddi completamente altrimenti l’impasto assorbirà troppa farina e gli gnocchi risulteranno meno delicati. Da qualche parte ho letto che la bontà degli gnocchi è inversamente proporzionale alla quantità di farina…
A questo punto aggiungete il sale, la farina e le uova; impastate aggiungendo eventualmente un altro po’ di farina e fate una palla.
Prendete poco impasto per volta e fate un lungo salamino che taglierete a tocchetti (grandi a piacere). Poi passate questi tocchetti (ben infarinati) sull’apposito attrezzo per rigarli in modo che assorbano meglio il sugo.
 
 
Mettete sul fuoco una pentola alta, riempitela d’acqua e salate. Calate gli gnocchi pochi per volta e quando verranno a galla scolateli e conditeli con il sugo che più amate. Noi li preferiamo con un semplice sugo di pomodoro e una spolverata di parmigiano.

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *